informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come funziona una centrale nucleare?

Commenti disabilitati su Come funziona una centrale nucleare? Studiare a Sassari

Come funziona una centrale nucleare? A questa domanda tenteremo di rispondere in questo breve articolo, illustrando il funzionamento, ma anche spiegando il processo della principale tipologia di centrale nucleare: quella a fissione.

Come funziona una centrale nucleare

reazione di fissioneIniziamo con il dire che una centrale nucleare brucia Uranio per produrre una risorsa che tutti desiderio possedere in grande quantità: l’energia elettrica che alimenta le nostre case, e di conseguenza alimenta anche i nostri elettrodomestici e dispositivi.

Ma qual è la differenza tra un centrale nucleare e una centrale termoelettrica? Quest’ultima generalmente brucia risorse come carbone, petrolio o gas, e non una reazione chimica, come nel caso del nucleare che sfrutta la reazione di fissione per generare energia.

L’energia della reazione di fissione è circa un milione di volte più forte a parità di massa di combustibile, e questo ci aiuta a capire perché il nucleare incontra sostenitori fortemente convinti della sua eccezionale efficienza. Una normale centrale termica produce, per dare un ordine di misura preciso, 50/100 Mw bruciando migliaia di tonnellate di combustile, mentre la centrale che sfrutta la reazione di fissione, ovvero la centrale nucleare, è in grado di produrre 1000 Mw circa bruciando una manciata di tonnellate di uranio.

Altre ragioni che spingono i sostenitori a favore del nucleare riguardano la reperibilità dei combustibili fossili messi a confronto con l’Uranio. I combustibili delle centrali termoelettriche sono destinati a ridursi notevolmente se l’uomo vi attingerà ancora con tanta rapidità e per coprire un altissimo livello di richiesta energetica. Invece, l’uranio anche se potrà andare incontro all’esaurimento nelle miniere, potrà sempre essere estratto dall’acqua di mare e da altri materiali di facilissima reperibilità.

Centrali nucleari a fissione

Come abbiamo preannunciato nell’introduzione abbiamo deciso di parlare anche di come funziona la centrale elettrica nella sua principale declinazione: quella delle centrali a fissione. Si tratta di centrali che impiegano uno o più reattori nucleari a fissione. Si tratta delle centrali in cui l’uomo ha un maggiore margine di controllo sull’energia che viene sviluppata all’interno di ciascun reattore.

Quali sono i vantaggi: La quantità di energia prodotta è elevatissima e la produzione consente di ottenere costi competitivi. Non produce fumi poiché non sfrutta un processo di combustione per ricavare l’energia, di conseguenza non produce come conseguenza alcun tipo di inquinamento atmosferico, se escludiamo il vapore acque delle torri di raffreddamento.

Quali sono gli svantaggi? In realtà pur non producendo inquinamento atmosferico produce le famose scorie radioattive, ovvero il combustibile nucleare residuo che dev’essere opportunamente stoccato dove gli isotopi più radioattivi non abbiano il tempo di decadere, e dove si possa prevedere un immagazzinamento definitivo. Un altro svantaggio è dato dall’altissima necessità di acqua per il raffreddamento, che dopo il processo viene rilasciata ad alte temperature rispetto a quelle dell’ambiente causando sbilanciamento termico che provoca squilibri all’ambiente circostante.

Master II Livello in Innovazione, sviluppo e gestione di reti energetiche basate su energie rinnovabili

Le centrali nucleari, anche in seguito a terribili incidenti accaduti in alcuni luoghi del pianeta dove questa forma di energia viene tuttora impiegata, è stata oggetto di dibattito e di diffidenza da parte di molti scienziati, che ne sottolineano l’estrema pericolosità. I punti a sfavore del nucleare sono, ahimè, numerosi e sufficientemente preoccupanti, lo sono stati a tal punto da decretare la fine dell’utilizzo dell’energia nucleare in Italia, per volere del popolo che si espresse contro in una consultazione referendaria. Invece, è sempre più sentito, partecipato e sostenuto il dibattito che promuove l’uso di energie rinnovabili. Proprio per allargare questo dibattito e formare professionisti in grado di innovare questo settore Unicusano ha promosso un percorso di formazione post universitaria, un Master II Livello in Innovazione, sviluppo e gestione di reti energetiche basate su energie rinnovabili rivolto a laureati magistrali in Ingegneria Meccanica, Civile, Energetica o Informatica in possesso di competenze e propensioni nel settore della green energy, intenzionati a maturare ulteriori conoscenze e abilità per operare nelle imprese del settore energetico ed ambientale, nel mondo della consulenza e nelle istituzioni pubbliche sia sul territorio nazionale che internazionale.

Il settore della nuova energia si avvale anche degli interventi legislativi che negli ultimi tempi hanno aperto il mercato alla libera concorrenza. Questa nuova apertura ha coinciso anche con un innalzamento nella domanda di personale formato e di figure professionali con competenze specifiche nel settore Energia e delle Utility.

Il master si inserisce in questa interessante cornice, fornendo ai neolaureati tutto il bagaglio conoscitivo e gli strumenti per operare con profili di competenza di alto livello in comparti che stanno crescendo ed evolvendosi molto rapidamente.

Le conoscenze trasmesse spazieranno in vari orizzonti disciplinari, abbracciando anche il punto di vista chimico, elettrotecnico e tecnologico. Lo studente otterrà le competenze necessarie per l’utilizzo di una piattaforma informatica di condivisione degli strumenti gestionali dei sistemi energetici oggetto d’analisi.

Coloro che termineranno il percorso all’interno del master saranno dotati di competenze nell’organizzazione della normativa tecnica ISO e CEE e nella gestione delle procedure per l’ottenimento e la verifica di certificazioni e accreditamenti degli apparati e dei sistemi analizzati.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – vencav

Credits foto 1: Depositphotos.com – tarasylo

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali