informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come studiare inglese da solo: i metodi da provare

Commenti disabilitati su Come studiare inglese da solo: i metodi da provare Studiare a Sassari

In un’era sempre più digitalizzata e internazionale è importante capire come studiare inglese da solo, soprattutto se non si ha molto tempo a disposizione e si desidera ottimizzarlo per raggiungere il massimo rendimento in breve tempo. Forse hai in programma un viaggio di studio o di lavoro o semplicemente vuoi tenere attiva la mente, e anche in questo caso non c’è niente di meglio dell’apprendimento di una lingua straniera. L’inglese, inoltre, è praticamente la lingua franca, quella maggiormente utilizzata, l’unica che può connetterti davvero con un numero vastissimo di persone e di opportunità. Abbiamo deciso di scrivere questo articolo per aiutarti a capire come avvicinarti allo studio dell’inglese da solo.

Studiare inglese da autodidatta

corsi inglese on linePer fortuna viviamo in un momento storico di grandi opportunità a disposizione di tutti. Internet ci ha permesso di avere a portata di mano un numero quasi illimitato di contenuti grazie ai quali possiamo apprendere moltissime cose. Tra queste cose compaiono anche le lingue straniere. Dall’avvento del web l’apprendimento della lingua inglese, ma anche di tante altre lingue straniere, è cambiato profondamente, arricchendosi di nuovi strumenti e metodologie, veicolate in modo molto più rapido ed efficace. Ma, come per molti altri campi dell’apprendimento, non è semplice ritagliare un metodo e incollarlo a piacimento su qualsiasi persona o qualsiasi disciplina. Per imparare una lingua è utile trovare il proprio metodo, individuare percorsi personalizzati. Cercheremo di fornirti dei consigli utili su quali metodi provare per studiare inglese da autodidatta trovando quello che fa per te. Speriamo che alla fine di questo articolo avrai scoperto qualcosa di più e individuato un metodo che ti ispiri e ti motivi a intraprendere questo affascinante percorso verso all’apprendimento della lingua inglese. Sì, perché ci concentreremo soprattutto sulla lingua inglese, anche se molti di questi metodi possono essere utilizzati anche per altre lingue.

Studiare inglese da solo: il metodo Assimil

Anche noi nel corso degli anni ci siamo decisi a migliorare l’inglese. Questo è un aspetto fondamentale da considerare. Una lingua straniera non si apprende una volta per tutte, ci si deve sempre allenare a mantenerla viva e attiva. Ma facciamo un passo per volta. Se sei capitato su questo articolo su come imparare l’inglese da autodidatta forse hai bisogno di partire dalle basi Molto bene. Abbiamo per te un metodo, personalmente testato che ti permette di affrontare l’inglese per principianti senza dover sborsare cifre esorbitanti per corsi di inglese on line o in presenza.
Il metodo Assimil si basa su alcuni elementi importanti da sottolineare: la costanza, l’impegno quotidiano e l’attenzione alla praticità della lingua. Acquistando un corso Assimil, costituito da un libro e da tracce audio da ascoltare potrai iniziare un percorso formativo di apprendimento dell’inglese della durata di di circa cinque mesi. Ogni giorno, per cinque mesi, mezz’ora al giorno dovrai dedicarti alla lingua inglese. La “lezione” è così strutturata: l’ascolto di un testo, la lettura, lo svolgimento di esercizi. La lettura del testo è agevolata, sotto il testo stesso, da una trascrizione del testo come pronunciato in italiano. Abbiamo trovato questo aspetto molto utile, perché ci ha aiutato ad affinare davvero una pronuncia impeccabile (di tipo britannico).

Superata la prima metà del corso alla lezione viene associata quella che viene chiamata la “seconda ondata”. Insieme alla lezione del giorno si deve riprendere una lezione precedente, questo proseguire in parallelo non è solo un ripasso ma un approfondimento, permette di fissare, integrare e rendere più fruibili le parti apprese in precedenza e al momento.

Il metodo Assimil si rivela un ottimo compagno di viaggio quando si tratta di imparare la lingua inglese velocemente e in modo autonomo. Se ti è possibile premiarti per la costanza con un viaggio in un paese di lingua inglese ti accorgerai “sul campo” di quanto avrai imparato.

Come imparare l’inglese da solo: metodo integrato

Circolano molti diversi consigli su come imparare l’inglese. Ad esempio c’è chi sostiene che sia sufficiente ascoltare e tradurre i testi delle canzoni, chi dice che abbia effetti miracolosi guardare le serie tv in lingua inglese. Nessuno di questi due consigli è davvero efficace in assoluto. L’unica cosa che può davvero fare la differenza, come per il metodo Assimil, è la costanza e, meglio ancora, la perseveranza. Perché ci saranno momenti in cui la frustrazione avrà la meglio, ma devi assolutamente resistere. E forse è meglio dirlo fin da subito, per mettermi l’anima in pace: i risultati duraturi arrivano dopo uno o due anni. Questa può sembrare una cattiva notizia, ma in realtà dovrebbe tranquillizzarti. Non hai fretta, e soprattutto non un problema tuo se non riesci a imparare l’inglese velocemente. Non si può imparare niente velocemente, non a lungo e non bene.

Per apprendere la lingua inglese da autodidatta devi approcciarti a quello che noi chiamiamo il metodo integrato. In cosa consiste? Ad applicarti ogni giorno a diverse attività, in grado di sviluppare le diverse skills dell’uso di una lingua: lettura, parlato, scrittura, comprensione orale. Quindi ogni giorno fai almeno una di queste cose:

  • Leggi notizie o libri in inglese
  • Ascolta podcast, radio o film in inglese
  • Scrivi o parla in inglese

Quest’ultimo aspetto, del parlare o dello scrivere in inglese, viene sempre molto trascurato per pigrizia o mancanza dei contesti giusti. Ma proprio questo punto è fondamentale, perché l’apprendimento delle abilità passive come lettura e ascolto è sempre apparentemente più semplice, ma solo la pratica degli aspetti pratici può aiutarti a imparare l’inglese al meglio anche da solo. Come fare per trovare i posti giusti dove fare pratica di scrittura e parlare inglese?

Ma abbiamo internet e i social! Puoi anche evitare di scaricare le app. Prova a iscriverti a un gruppo di interesse. Avrai un hobby, una passione, un interesse? Bene, dall’altra parte del mondo (si fa per dire) esiste sicuramente un gruppo di discussioni dove viene utilizzato l’inglese come lingua di base. Iscriviti, interagisci, buttati!

Il modo migliore per imparare l’inglese

E adesso è arrivato il consiglio che ci piace di più. Il modo che noi riteniamo il metodo migliore per imparare l’inglese in breve tempo: viaggiare. Questo articolo è stato scritto a ottobre 2020 e quindi siamo reduci da mesi di difficoltà nel viaggiare, ma speriamo vivamente che tutto si possa semplificare presto e che si possa tornare a viaggiare, magari con maggiore consapevolezza.

Ma riteniamo che non ci sia niente di meglio per imparare l’inglese che praticarlo e utilizzarlo dove si parla, entrare in quella dimensione in cui non c’è altra possibilità per esprimersi che usare quella lingua. Certo, non è facile, per niente, soprattutto se si decide di stare a lungo all’estero e si arriva in un momento in cui si è proprio stanchi di non poter parlare e comunicare in modo fluido. Ma poi, all’improvviso, tac. Succede qualcosa per cui la lingua viene fuori da sé, le conversazioni sono più rapide, meno scattose, improvvisamente ridi alle battute, ascolti la radio e ti senti di comprendere l’80% di quello che viene detto. Inizi a sognare in inglese, e allora è fatta. Sei definitivamente riuscito a imparare l’inglese da solo, o meglio insieme agli altri, grazie al tuo coraggio e alla tua voglia di condividere. Una lingua straniera è qualcosa di vivo, per questo è difficile impararla completamente da soli, c’è sempre bisogno di qualcuno, dello scambio. E grazie a questo tutto, oltre a diventare più semplice, diventa più bello.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali