informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Le 7 cose da eliminare nel curriculum

Commenti disabilitati su Le 7 cose da eliminare nel curriculum Studiare a Sassari

Si pensa spesso a cosa mettere e troppo poco a cosa eliminare dal cv. Il curriculum vitae è un documento strategico che racchiude esperienze formative e professionali personali e può essere costantemente ottimizzato, sia nel corso del tempo (con l’evoluzione del proprio bagaglio di competenze) sia a seconda della posizione professionale e del contesto lavorativo. In questo articolo ci concentreremo in particolare sulle cose da togliere oppure omettere dal curriculum, per renderlo maggiormente accattivante e raggiungere l’obiettivo prefissato: trovare il lavoro giusto.

Cose da eliminare dal curriculum

scrivere curriculumChiedi ai recruiter, prova a chiedere ai responsabili risorse umane quanti curriculum vitae assurdi ricevono nelle loro caselle di posta elettronica. Moltissimi. Perché spesso sono pieni di dettagli fuori luogo, troppo lunghi e palesemente sconclusionati. Cosa fare per evitare di finire dentro il cestino di una casella e mail importante come quella di chi deve selezionare la tua candidatura. Ti mettiamo in lista sette cose che devi assolutamente togliere o almeno modificare del tuo curriculum.

Informazioni troppo personali

La prima parte è di solito quella anagrafica. Le informazioni personali non solo da cose da eliminare dal curriculum vitae, anzi, sono importanti, ma devono essere quelle giuste. Vanno benissimo nome e cognome, numero di telefono, e-mail e contatti social. Ma per ognuno di questi dati dobbiamo fare delle precisazioni. Sono sufficienti un numero di telefono e un indirizzo di posta elettronica, non trasformare il cv in un elenco telefonico, se possiedi più numeri e indirizzi inserisci solo quelli principali. Ci auguriamo che tu abbia un indirizzo e-mail ufficiale e con una denominazione seria, evita in qualsiasi modo gli indirizzi che contengono soprannomi, citazioni, parole incomprensibili e altro. L’indirizzo personale di casa non è necessario, non verranno a prenderti sotto casa! È sufficiente scrivere la città di provenienza, mentre è importante la data di nascita che aiuta a inquadrare la tua fascia d’età. E con le informazioni personali abbiamo concluso. Assolutamente da evitare informazioni personali secondarie come affiliazioni politiche, credo religioso e opinioni non pertinenti con la ricerca di lavoro.

Foto per curriculum non professionali

Apriamo la campagna: no ai selfie in bagno stampati sui curriculum vitae! Quelle splendide foto di te che sorridi con dietro il rubinetto e il bicchiere con dentifricio e spazzolino sono terribili all’interno di un documento professionale, non comunicano serietà e hanno lo spiacevole effetto di comunicare una leggera trascuratezza nei dettagli.

Anche le fototessere sono troppo fredde, troppo istituzionali. Meglio optare per una via di mezzo, senza per forza ricorrere ad uno shooting di altissimo livello. Però sicuramente la foto troppo informale è una cosa da eliminare dal curriculum. In fin dei conti ci sono così tante persone appassionate di fotografia e che hanno dimestichezza con la strumentazione che non ti sarà difficile individuare un amico disposto a farti un bello scatto con una posa naturale e sorridente su sfondo bianco. Vale la pena di investire un po’ di tempo per una bella foto per curriculum, anche se sembra un aspetto superficiale può davvero fare la differenza.

Esperienze lavorative non pertinenti

Sei un multipotenziale? Buon per te. Cerca di vantartene nei contesti giusti. E con molta probabilità (ma non è sempre detto) questi contesti non corrispondono agli uffici risorse umane. Sarebbe opportuno eliminare e togliere dal cv quelle informazioni sui lavori pregressi che non c’azzeccano niente con la posizione che vorresti ricoprire. Stai in corsa per entrare a far parte di un team di ingegneri? Che importa che hai fatto la stagione da bagnino al lido? Va bene, è importante saper fare un po’ di tutto nella vita, ma tra gli elementi importanti del curriculum vitae bisogna sempre ricordare che la sintesi gioca un ruolo importante. Circoscrivi le esperienze e seleziona solo quelle che pensi possano costruire un’immagine di te calzante, adatta al ruolo proposto o per cui ti candidi.

Informazioni scorrete o false

I fin dei conti va di moda il curriculum creativo, ma per creativo si intende graficamente e strutturalmente diverso dal curriculum vitae formato europeo. Non creativo nel senso “puramente inventato”. Può capitare che la mano sfugga e l’immaginazione galoppi e l’ambizione incalzi, può capitare che ti venga voglia di scrivere che hai preso parte a quel progetto blasonato che tanto valorizzerebbe il tuo background, ma non deve capitare. Devi attenerti ai fatti. E pensare che, in primis, le esperienze che hai fatto hanno comunque un valore, in seconda battuta, che le bugie si tirano dietro un’energia scarsamente favorevole, rischiando di generare incomprensioni, figuracce e anche sanzioni, nei peggiori dei casi. Scrivere il curriculum vitae correttamente, senza gonfiarlo di finti successi, ruoli mai ricoperti, master mai frequentati, non è solo una mossa strategica ma è un imperativo etico.

Pause lunghe tra un’occupazione e l’altra

Adesso viene il bello, abbiamo detto esplicitamente che non è opportuno mentire, e continuiamo a credere che sia un aspetto su cui non si debba transigere. Ma c’è una cosa che viene spesso vista con occhio critico dai recruiter: le pause che separano con grande distanza un periodo di lavoro da un altro. La domanda latente che genera questo aspetto è solitamente questa: ma quindi sei rimasto in panciolle a guardare il soffitto per tutto quel tempo? Questo è sgradevole da dire, ma purtroppo è così, le pause lunghe non suscitano buone sensazioni nei responsabili alla selezione dei curriculum. Allora hai due possibilità: ometterle in qualche modo oppure lasciarle ma prepararti molto bene a rispondere a eventuali domande pungenti che ti piomberanno addosso in sede di colloquio di lavoro.

Errori grammaticali

No, non siamo grammar nazi (soltanto un pochino). Ma scrivere il curriculum senza revisionarlo, lasciando una punteggiatura improvvisata, errori di battitura o peggio ancora errori grammaticali non è assolutamente una buona idea. È un documento scritto! Dev’essere scritto bene. Ok, non siamo tutti propensi alla scrittura, ma un buon amico che ti butta un occhio e ti corregge eventuali strafalcioni ci auguriamo che tu non abbia problemi a trovarlo.

Gli errori sono ancora più brutti quando riguardano i termini tecnici del lavoro, dimostrano che non sei “del mestiere” e il tuo curriculum sarà cestinato prima ancora di essere concluso. Anche per questo, per evitare troppi errori è meglio optare per la sintesi. Non entrare troppo nel dettaglio di ogni singola esperienza, sii chiaro e conciso, e corretto, appunto.

Disordine e confusione

errori curriculumSe il tuo curriculum appare disordinato e confuso non ci sono scuse che tengano, è soltanto colpa tua. Con i tool, i programmi e le piattaforme on line che assicurano la piena libertà nella modifica di layout ordinati, essenziali e graficamente gradevoli non puoi arrampicarti sugli specchi, puoi solo ammettere che non hai dato abbastanza importanza alla redazione del curriculum. Male, molto male. Ma a tutto c’è rimedio. Ci auguriamo che tu non debba passare tutta la tua vita a inviare curriculum ma con grande probabilità ti ricapiterà altre volte nella tua vita, corri ai ripari e cerca di dare un’impostazione cronologicamente e tematicamente lineare, ben strutturata anche dal punto di vista grafico. L’occhio cattura fin da subito delle impressioni sottili, che rappresentano la base per lo sviluppo dell’idea successiva, del verdetto finale che implicherà la tua assunzione o meno, vuoi davvero lasciare al caso l’impaginazione del curriculum vitae?

Questi punti indicano quali sono le cose da eliminare dal cv, elementi da modificare o eliminare direttamente per rendere il documento pronto a raggiungere l’obiettivo per cui è stato pensato: aprirti, anzi, spalancarti le porte del mondo del lavoro. Buona fortuna!

Credit foto in evidenza: Depositphotos.com – AndreyPopov

Credit foto 1: Depositphotos.com – motortion

Credit foto 2: Depositphotos.com – photographee.eu 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali