informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quali sono gli esami più impegnativi di ingegneria?

Commenti disabilitati su Quali sono gli esami più impegnativi di ingegneria? Studiare a Sassari

Quali sono gli esami più impegnativi di ingegneria? Se hai già conseguito la laurea probabilmente a questa domanda sai rispondere con dovizia di particolari, ma se ti sei appena iscritta la domanda per te comporta anche una certa dose di preoccupazione e di ansia. È comprensibile. La facoltà di Ingegneria non è una passeggiata, ma se hai scelto questo percorso sei sicuramente dotato della predisposizione e dell’interesse ad approfondire queste materie. E allora ecco una panoramica su quali sono gli esami più temuti dagli studenti futuri ingegneri.

Esami difficili ingegneria: come affrontarli?

esami difficili facoltà di ingegneriaAbbiamo chiesto ai nostri studenti dei corsi di laurea triennale e magistrale cosa fanno per superare al meglio gli esami che si rivelano più tosti da superare. Ognuno ha la sua strategia, ma alcune risposte sono ricorrenti e ci permettono di dare qualche suggerimento preliminare. Per prepararsi a dovere e in modo efficiente, per arrivare all’esame – anche a quello più difficile – senza ansia e con la preparazione giusta per portare a casa un buon voto è utile:

  • Frequentare le lezioni
  • Studiare con anticipo il programma
  • Affrontare prima gli esami difficili
  • Studiare in gruppo
  • Condurre uno stile di vita equilibrato

Questi sono consigli di massima che valgono per qualsiasi materia, da quelle umanistiche, passando per quelle scientifiche e tecniche, ma a maggior ragione valgono per i programmi di studio che richiedono concentrazione, preparazione ferrea e capacità di esposizione e critica. Seguire le lezioni non è stato facile in questi utili mesi, ma da sempre l’Università Niccolò Cusano ha permesso a chiunque di usufruire delle lezioni e del materiale didattico in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Un vantaggio e un punto di forza che caratterizza tutte le università telematiche e in particolare Unicusano, una delle preferite dagli studenti.

Gli esami più difficili di ingegneria: quali sono?

Oltre a questa iniziale premessa ci teniamo a dire che, per quanto possa essere soggettivo, certi esami di ingegneria sono difficili, non ci piove. Dipende anche dalla preparazione personale, dalle materie preferite e dalla forma mentis che rende una branca della disciplina più accessibile a una persona e meno a un’altra.

I nostri studenti usciti dall’Università, molti dei quali hanno scelto un master a Sassari nello stesso settore, hanno espresso il proprio parere rispondendo a questa annosa questione riguardante quali sono gli esami più impegnativi di Ingegneria. E questo è ciò che ne è venuto fuori!

Analisi I

Uno di quei titoli d’esame, una di quelle materie, che gli umanisti non immaginano minimamente di cosa possa trattarsi, anzi, quasi si rifiutano di capirlo. In effetti, stiamo parlando di una disciplina con un linguaggio peculiare, espressamente matematico ed estremamente criptico e complesso per tutti coloro che non mangiano le scienze matematiche. Quale esempio? Limiti, derivate, integrali, parole a cui si potrebbe dare un senso ma che in questo contesto ne hanno uno precisissimo rigoroso.
In questo corso vengono affrontati i fondamenti della matematica universitaria, anche per rendere omogenea la preparazione di partenza degli studenti iscritti al primo anno. Anche teoremi e descrizioni sono parte di questo necessario background che lo studente deve maturare e fanno parte di un pacchetto di operazioni e concetti fondamentali per chi vuole comprendere pienamente l’ingegneria a partire dalle sue basi.

Cosa si studia ad Analisi I

Analisi I è la prima parte di analisi matematica, un ramo della materia madre: matematica. Precisamente il ramo che si occupa delle proprietà che emergono a partire dalla scomposizione (infinita) di un oggetto solido. Questo tipo di calcolo e azione si fonda sul calcolo infinitesimale, attraverso il quale vengono studiati i comportamenti locali di una funzione (tramite la messa in gioco di concetti come limite e continuità) con l’utilizzo di strumenti di calcolo integrale e differenziale.

Il calcolo dei concetti problematici, come infinito e limite, ha portato l’analisi a diventare un approccio, una materia fondamentale in diverse discipline, molto diverse tra loro: scienze naturali, ingegneria, informatica, economia.

Analisi 2

Analisi I, di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, è l’esame propedeutico ad altri esami riguardanti materie caratterizzanti della facoltà di Ingegneria. Ma i concetti e le nozioni di Analisi non sono racchiuse esclusivamente nel primo modulo. In Analisi I viene fatto un ripasso denso e approfondito dell’Analisi fatta durante l’ultimo biennio del liceo, per rinfrescare le idee agli studenti e permettergli di fissarsi una volta per tutte certi concetti di grande importanza per la comprensione degli argomenti da affrontare durante il corso di laurea.

Cosa si studia in Analisi 2

Analisi 2 ripercorre quanto acquisito ed elaborato durante Analisi I, integrando anche la capacità applicativa dei concetti fondamentali, quali:

  • limiti, calcolo differenziale
  • calcolo integrale
  • funzioni scalari
  • funzioni vettoriali di più variabili
  • serie numeriche di funzioni
  • equazioni differenziali ordinarie

Durante l’erogazione del corso di solito si fornisce allo studente le conoscenze dei teoremi principali relativi al calcolo differenziale e integrale per funzioni di più variabili reali, mettendo in luce analogie e differenze con i contenuti di Analisi Matematica 1. Tramite queste conoscenze lo studente sarà in grado di svolgere esercizi con piena padronanza delle tecniche di calcolo assimilate lungo l’anno accademico. Di solito vengono evidenziati e tenuti in maggiore considerazione gli aspetti applicativi, sia in ambito fisico che probabilistico.

Scienza delle costruzioni

La Scienza delle costruzioni per molti sembra essere il peggiore spauracchio dei corsi di laurea in Ingegneria. Ma se hai intenzione di iscriverti a un master a Sassari in materie legate all’area ingegneristica (Unicusano offre una vastissima proposta di master universitari on line) devi stringere i denti e studiare anche questa disciplina.

Cosa si studia a Scienze delle costruzioni

master ingegneriaLa scienza delle costruzioni è una disciplina di natura fisico-ingegneristica finalizzata a costruire modelli fisico-matematici adatti all’utilizzo, anche di natura sperimentale. Questi modelli devono rispettare determinati criteri, descrivendo il comportamento statico e dinamico della struttura resistente di un manufatto e delle sue componenti strutturali, anche qualora questi aspetti venissero minacciati o posti sotto pressione da forze esterne, come variazioni termiche, eventi sismici o sollecitazioni di altro tipo.

La materia ha come fine l’addestramento e lo sviluppo all’interno delle competenze dell’ingegnere di un’attitudine operativa che sappia riconoscere, pianificare, impostare, ma soprattutto risolvere problemi di resistenza delle strutture.

Fisica

L’esame di fisica può spaventare, e difatti spaventa moltissimi studenti e studentesse. Il nostro consiglio? Toglierselo subito di torno, non soltanto perché è particolarmente corposo, ma anche perché è utile ed entusiasmante, soprattutto per coloro che scelgono di buttarsi a capofitto e di studiarlo in prima possibile.

Studiare a memoria non è consigliato, neanche per fisica, l’apprendimento concreto e critico dei concetti e degli argomenti che compongono la fisica e il programma di esame è l’unica via per una preparazione profonda e completa.

Speriamo di non averti intimorito, anzi di averti fatto capire che gli esami più impegnativi di ingegneria sono assolutamente alla tua portata, e alla portata di tutte le persone che scelgono di studiare motivate da un obiettivo da perseguire. Con la giusta dose di applicazione, costanza, spensieratezza e responsabilità al tempo stesso, ti sarà possibile conseguire ottimi risultati anche nelle materie più ostiche. Ricordati i nostri consigli di apertura, quando abbiamo iniziato a consigliarti quale metodo utilizzare per affrontare le materie difficili di Ingegneria. Prenditi cura di te, organizza il lavoro e non stare a sentire il vociare degli altri. Tu sai il fatto tuo, tu vali e anche gli esami difficili presto diventeranno un traguardo da festeggiare.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – photography33

Credits foto 1: Depositphotos.com – yacobchuk1

Credits foto 2: Depositphotos.com – alexkich

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali