informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 10 migliori film sui vichinghi da vedere assolutamente

Commenti disabilitati su I 10 migliori film sui vichinghi da vedere assolutamente Studiare a Sassari

Non hai mai visto film sui vichinghi? Incredibile! Se ci sono pellicole che sono in grado di riportare lo spettatore indietro nel tempo e di fargli sentire sulla pelle il brivido di valori ancestrali, rituali al limite del sovrannaturale, connessione con la natura e ideali di gloria e onore, sicuramente sono quelle che raccontano dei vichinghi, eroico popolo scandinavo. Conosciamo più da vicino le affascinanti caratteristiche di questa popolazione e cerchiamo di individuare i titoli di film che meglio raccontano le loro gesta.

Chi sono i vichinghi?

mitologia vichinga

I vichinghi sono un popolo di guerrieri della Scandinavia, come abbiamo detto nell’introduzione a questo articolo. Ci piace ricordarne a grandi linee la storia, prima di suggerirvi qualche titolo di film che ne mette su grande schermo le particolarità.

Il termine vichinghi è ovviamente generico, all’interno di questa definizione rientrano popolazioni provenienti dalla Scandinavia, Danimarca, Germania settentrionale. Le scorrerie che compivano sulle coste del Nord Europa intorno all’Ottavo secolo contribuirono a renderli una minaccia temuta da molti come pirati.

Ma più che per le loro attitudini poco eleganti sono rimasti impressi nella Storia per l’abilità unica e raffinata nella navigazione. Ancora si studiano le loro lunghe barche, grazie alle quali colonizzarono parti delle costiere e dei fiumi, giungendo addirittura fino al Nord Africa, alla Russia e a Costantinopoli. Sono poco conosciuti per un’altra impresa, che non si capisce come mai è rapidamente passata in secondo piano nella conoscenza comune. I vichinghi furono i primi scopritori del Nord America, che raggiunsero agli inizi del XI secolo.

Purtroppo l’avvento del cristianesimo ebbe la meglio anche sui vichinghi, che dopo la diffusione della religione si spinsero sempre più di rado nei loro viaggi.

Film con vichinghi: cinema guerriero

Il cinema d’azione non è solo quello che ritrae le rocambolesche avventure degli antieroi dei giorni nostri, chiusi tra le vie metropolitane, nei meandri di una favelas o su un gommone di narcotrafficanti. No, i film sui vichinghi ci convincono che l’avventura nasce molto tempo prima, che c’era un’epoca in cui l’adrenalina era all’ordine del giorno. E indubbiamente l’epoca vichinga è una di queste. Perché bisogna ammettere che la narrazione che il cinema fa di questi antichi guerrieri spesso non è finalizzata alla ricostruzione fedele della storia. Molto spesso può capitare di prendere visione di film che parlano dell’epoca vichinga mettendo insieme gli eventi in modo piuttosto arbitrario dal punto di vista dell’accuratezza delle fonti e della ricerca storica. Ma non vogliamo scomodare la giurisprudenza storica, non siamo qui per punire chi cerca di fare dell’intrattenimento raccontando un punto di vista, seppur arbitrario. Volevamo solo farti un appunto per ricordarti che non sempre quello che vedi sui vichinghi è quello che è successo veramente. Detto questo, possiamo andare avanti e suggerirti i titoli più importanti.

Vikings Trilogy

Tre film di produzione islando-svedese, che raccontano in tre puntate la saga sui popoli del nord dipingendoli come oppressori. A molti non farà felice questa decisione dell’opera risalente agli anni Ottanta, ma come abbiamo detto prima, i Vichinghi non sono sempre gli eroi valorosi che ci hanno fatto credere, spesso nascondono il rovescio della medaglia.

Stara Basn

Polonia precristina: lo scenario perfetto per un film sui vichinghi. Un film in cui la violenza non viene celata in alcun modo, e d’altronde sembra essere una peculiarità delle pellicole sull’epoca vichinga, in cui la dolcezza non era sicuramente la virtù più diffusa. La cattiveria c’è, ma non è l’unica esternazione dell’animo umano. Sicuramente se sei un grande appassionato non puoi perdertelo.

Beowulf

Il nucleo di questo film sul popolo vichingo è un antichissimo mito che molte altre volte era già stato presentato per il grande schermo, consci che i vichinghi piacciono un sacco e fanno incassare bene al botteghino. Questo caso è l’eccezione che conferma la regola. Peccato, perché dietro c’è il nome di un grande regista: Robert Zemeckis. Un film retto dalla presenza di omoni enormi che lottano a mani nude contro delle bestie mostruose e fanno cose inenarrabili, come strappare cuori e altro che preferiamo tralasciare per non togliere il sonno a nessuno. Non stupisce il fatto che non ebbe successo.

Il principe Thorvald

Un attore che poi sarebbe diventato famoso, Lee Majors, interpreta uno dei film sull’epoca vichinga in cui si ripercorre la vicenda dei nordici contro gli americani. Ma il risultato è un b movie deludente, per cui ci asteniamo dal suggerirtelo con un certo trasporto e ci appelliamo alla quantità di buona volontà e di passione per la materia che possiedi. Scegli tu, magari prima guarda qualche clip.

Dragon Trainer

Se ti facciamo passare questo come uno dei migliori titoli di film sui vichinghi passiamo per sprovveduti. Ma non possiamo non amarlo. Dragon Trainer è prodotto e realizzato da Chris Sanders, un vero fuoriclasse dei film di animazione. Ovviamente è una versione “Disneyana” della realtà vichinga e non rende del tutto merito alla complessità che si cela dietro gli usi e i costumi di questo popolo, ma merita una visione con tutta la famiglia per contagiare la vichingamania a tutti.

Pathfinder

Abbiamo detto prima che i vichinghi sbarcarono per primi in Nord Amercia, e qui li vediamo alle prese con indigeni. Barbe lunghe, asce affilate e tanto spirito guerresco si scontrano con le condizioni di vita indigene e lasciano sfigurare i vichinghi come stranieri, oppresso, conquistatori e soprattutto distruttori. Non ne escono bene. Se vuoi restare di parte e continuare ad adorare i tuoi amati vichinghi senza che si portino appresso l’onta della vergogna di aver sterminato famiglie e distrutto villaggi non te lo vedere.

I coltelli del vendicatore

Mario Bava, se non lo conosci rimedia subito. Mario Bava è uno dei più controversi registi italiani. Chi adora i b-movie e una certa produzione di genere fuoriuscita in Italia e poi rimasta un po’ sommersa non può non mettere in lista questa versione della mitologia vichinga in stile maccheronico. L’attesa del figlio e della madre, in una sovrapposta rilettura dell’Odissea, con un vichingo e i suoi coltelli a proteggerli.

Outlander

epoca vichinga

Alieni spaziali, alieni quelli veri. Starai pensando: che hanno a che vedere gli alieni con le popolazioni nordiche? A questo punto meglio i film sui pirati, no? Ma aspetta un attimo. Gli alieni arrivano dallo spazio e piombano direttamente nell’epoca vichinga. Così gli invasori sono costretti a vivere la loro vita da vittime di un’invasione, in un rovesciamento che nulla toglie alla loro ira funesta e alla capacità di rendere lo scontro epico.

Valhalla Rising

Un uomo solo contro la forza dei suoi pari. Cosa succedere? Quanto sangue vedremo scorrere nella nebbia? Il silenzio imperversa, spezzato dal rumore dei colpi che scandiscono un viaggio oltre le capacità di resistenza fisica e del dolore. Refn crea un film intellettuale sulla violenza e sulla contrapposizione tra un uomo e la forza bruta degli elementi e di chi gli sta intorno.

Il tredicesimo guerriero

Film sui vichinghi a parte questa pellicola dovrebbero vedersela tutti. John McTiernan costruisce una trama che potrebbe sembrare da filmetto di bassa lega e la stravolge a suo favore. Crea una lente attraverso cui osservare la cultura nordica, la sua violenza, la furia della battaglia che incitano i vichinghi, ma non solo. Illumina la bellezza dei rituali di una popolazione antica il cui fascino non smette mai di catturare l’attenzione del pubblico. Lo spirito del popolo vichingo è imponente.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali