informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Meditazioni mindfulness a casa: ecco come cominciare

Commenti disabilitati su Meditazioni mindfulness a casa: ecco come cominciare Studiare a Sassari

Praticare meditazione mindfulness a casa è semplice. Un momento di connessione interiore e di pace che rigenera il tuo corpo e la tua mente. Questo tipo di meditazione ha proprio il vantaggio di essere semplice da apprendere e versatile, può essere realizzata in qualsiasi momento infondendo grandi benefici nella vita quotidiana.

Come si pratica la meditazione mindfulness

praticare meditazione a csaIl mondo sta cambiando. È sempre stato così, ma negli ultimi anni il ritmo dei cambiamenti è sempre più forsennato. Sembra che non sia il tempo per concedersi di guardarsi dentro. Non è contemplato dal sistema. Se il proverbio popolare recita “la fretta è cattiva consigliera” ci sarà un motivo. E poi non solo lei ci allontana da noi stessi, subentra l’ansia, la paura, il pessimismo.

Allora perché non inserire nelle abitudini quotidiane la meditazione, dieci o venti minuti solo ed esclusivamente per il tuo benessere, cosa vuoi che siano questi dieci minuti nell’arco di un’intera giornata. Non toglieranno del tempo al tuo lavoro, agli impegni e agli obblighi che senti di dover assolvere. Anzi, saranno in grado di infonderti la carica per affrontare tutto al meglio.

Ecco i suggerimenti per migliorare la tua vita attraverso la meditazione.

Meditazione e respirazione

La respirazione è il canale privilegiato di consapevolezza e rilassamento che possediamo. Gli esercizi di mindfulness che prevedono tecniche di respirazione sono tanti e finalizzati a purificare la mente e stimolare la concentrazione e una presenza consapevole. Ecco come può essere praticato questo strumento:

  • Siedi o resta in piedi in una posizione comoda
  • Concentrati per un minuto sul tuo respiro
  • Inspira ed espira lentamente, un ciclo ideale dura sei secondi
  • Inspira dal naso, espira dalla bocca
  • Concentrati esclusivamente sulla respirazione
  • Abbandona i pensieri per un minuto

Questo è il punto di partenza ideale per coloro che sono convinti di non saper meditare. Concentrarsi per un solo minuto è il primo passo, gradualmente si possono aumentare i minuti, progredendo ad esempio di un minuto ogni settimana. La gradualità aiuta a prendere confidenza con le tecniche senza forzature. La connessione con il nostro respiro ci porta direttamente a contatto con la forza vitale che possediamo dentro e fuori di noi. Un lavoro di attenzione costante su di esso offre fin da subito una potente chiarezza mentale e una sensazione di pace interiore.

L’osservazione è una pratica di meditazione

Osservazione, all’interno del mondo delle tecniche di crescita personale, non significa guardare soltanto con gli occhi, ma un impegno di comprensione di un dato aspetto di sé o della vita che può avvenire tramite lo sguardo mentale. È qualcosa che esula dalla psicologia, non è un processo cognitivo strettamente mentale. Osservazione significa prendere coscienza di chi siamo, cosa facciamo, dove siamo nel momento presente. Si può iniziare a praticare questo focus partendo da ciò che ci circonda. Anche una cosa semplice e apparentemente insignificante. Lo scopo dell’esercizio è proprio di sentire intensamente che non esiste niente di insignificante.

Ecco come praticare l’osservazione a casa o in qualsiasi altro luogo:

  • Guarda l’oggetto come per la prima volta
  • Esplorate tutti i dettagli
  • Percepite profondamente e intimamente la sua presenza
  • Cerca di sentirti connesso alla sua energia
  • Accogli ogni emozione e pensiero

Il circostante non è un semplice sfondo, è una fitta rete di relazioni che ci tengono uniti. Reciprocamente ci attraversiamo. La tua consapevolezza di quello che ti sta intorno aumenta la percezione di presenza mentale, la lucidità piena che sgombera la mente.

Come si pratica la meditazione d’ascolto

Ascoltare è una forma di meditazione? Non esattamente, anche se un ascolto attivo si traduce in una maggiore capacità di esserci. Esserci inteso esattamente come la migliore qualità di presenza che la tua persona può portare nel mondo. Mentre l’osservazione si concentra sul concreto e palpabile, spesso l’ascolto rimanda a una dimensione inconsistente dal punto di vista materiale. Un suono non si può toccare, è pura energia. E dentro di noi si muovo emozioni che rispondo a quella sollecitazione invisibile. Puoi fare questo esercizio di meditazione e provare sulla tua pelle che tipo di reazione provoca in te.

  • Scegli una canzone che non conosci
  • Chiudi gli occhi e indossa le cuffie (importante!)
  • Perditi nei suoni senza opporre resistenza
  • Abbandona i giudizi

Non stiamo facendo un esercizio di analisi musicale, non sei un critico, anzi ti viene richiesto di abbandonare quella modalità di giudizio e le strutture mentali che ti fanno filtrare ciò che ascolti sulla base dei tuoi preconcetti. La musica è qui per connetterti al tuo migliore sé, apri le orecchie e scopri cosa succede.

Meditazione a alimentazione: siamo quello che mangiamo

L’alimentazione consapevole è un modo per occuparsi del proprio benessere psicofisico. Possiamo citare in questo articolo i più grandi illuminati del pianeta che si sono sempre espressi a favore di un’alimentazione sana, ma quello che vogliamo trasmettere in questo paragrafo non è un consiglio rispetto alla dieta da seguire. Vogliamo semplicemente. Ricordarti che quando mangi devi esserci davvero. Senza fretta, ma aprendoti alla possibilità che dietro ogni elemento del cibo ci sia una qualità da assimilare che non è solo nutrizionale. I sensi ci permettono di percepire dettagli che non sono esclusivamente fisici o materiali, ma anche e soprattutto spirituali ed energetici.

Cambiare stile di vita e inserire queste pratiche nella tua routine quotidiana può ribaltare il tuo pessimismo in una visione più alta e positiva della vita.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali